mercato tutelato proroga
Posted on / by wp_2293094 / in Blog

Mercato tutelato proroga

Mercato tutelato proroga messa in atto tramite il decreto Milleproroghe

Mercato tutelato proroga e mercato libero

Il mercato libero nasce nel lontano 2003 quando offriva servizi relativi alla fornitura di Gas, successivamente nel 2007 venne ampliato al settore energetico consentendo alle persone di poter scegliere il tipo di offerta che era più indicato alle loro esigenze.
La liberazione voluta dall’Europa è stata approvata per poter portare più concorrenza fra i gestori e avere maggiori investimenti in futuro in questo settore.

Desideri maggiori informazioni sul mercato libero energia 2019? Ne abbiamo parlato qui

È stata rinviata di un anno la completa liberalizzazione

Non è la prima volta che accade, è già la seconda infatti, che la data slitta, anche nel 2017 il ddl Concorrenza aveva deciso la proroga di un anno, spostando il termine all’estate del 2019.

Quindi l’ultima decisione in merito è che il mercato tutelato verrà abolito il 1 luglio del 2020. La richiesta era stata avanzata durante un’audizione in Parlamento anche dal futuro presidente dell’Autorità per l’energia e il gas, ARERA.

Quali sono i motivi della proroga del mercato tutelato?

La proroga del mercato tutelato è stata approvata perché tecnicamente non è stato fatto molto per facilitare i cittadini al passaggio da, mercato tutelato a mercato l’ibero.
Dal 2017 è partita Tutela Simile, che prevede offerte simili a quelle del mercato libero ma con scadenze di contratto annuali, permettendo di avere già un’idea del mercato libero alle persone. Un’altra proposta introdotta è stata quella delle offerte placet, tariffe che hanno condizioni contrattuali predefinite dall’ARERA e un prezzo fissato dal gestore.

Le tariffe placet sono proposte da tutti i gestori e non possono avere servizi aggiuntivi in abbinamento, il portale delle offerte placet, gestito dall’Autorità e attivo da luglio 2018.

Come muoversi nel mercato libero?

Bisogna tenere in considerazione che ci sono dei costi fissi per ogni gestore, come per esempio il prezzo della materia prima, altri oneri di sistema e le spese per il trasporto, che vanno ad incidere sul totale della bolletta.

Cosa succederà ai consumatori che non passeranno al mercato libero?

Il passaggio da mercato tutelato a mercato libero è obbligatorio, ma non  si conosce ancora il meccanismo da applicare a chi non non effettuerà questo passaggio.

Una possibile opzione è un cambio automatico del servizio di salvaguardia, tutti questi clienti potrebbero ritrovarsi con un gestore che non hanno scelto e probabilmente senza un risparmio concreto in bolletta.

Ma con la proroga del mercato tutelato si è cercato di mettere in guardia tutti quei consumatori che ancora non ne sono informati per fare in modo che non si facciano trovare impreparati.

Desideri una consulenza gratuita per scegliere la migliore soluzione per la tua fornitura energetica?

Zero Costi, che ti aiuta a scegliere meglio, non esitare a contattarci per ricevere le offerte di Luce e Gas più convenienti sul mercato libero.

Lascia un commento

Cresta Help Chat
Invia su WhatsApp