Posted on / by Zero Costi / in Blog

Mercato libero energia come funziona

Come funziona il mercato libero dell’energia?

Il mercato libero dell’energia nasce per offrire alle aziende l’opportunità di produrre energia autonomamente o di acquistarla e rivenderla al cliente che ne usufruisce.

Gli Italiani sono pronti al cambiamento?

Per ora non sembra che gli Italiani siano pronti a questo passaggio, dato che è già la seconda volta che viene slittata questa data. Perchè non ancora si riesce a comunicare in modo efficiente questo cambiamento, che sembra possa portare risparmio alle famiglie.

Come funziona il mercato libero energia e come funziona

Il mercato libero dell’energia è nato il 2003 basandosi sul settore Gas, per poi nel 2007 ampliarsi anche sulla fornitura energetica, non obbliga a tenere i consumatori legati ad un gestore specifico ed è il consumatore a scegliere la scelta più adatta alle proprie esigenze.

Perchè viene abolito il mercato tutelato?

Il decreto Bersani (Dl. n. 79 del 16 marzo 1999) fu il primo passo negli anni 90 verso un lungo processo che avrebbe portato alla liberalizzazione del mercato dell’energia.
Tale svolta col tempo è stata influenzata da diversi fattori tra cui:

  • la produzione;
  • le importazioni e le esportazioni;
  • l’acquisto e la successiva vendita di energia elettrica.

Come evitare truffe nel mercato libero

Capire come funzione il mercato libero dell’energia è un gran vantaggio per evitare spiacevoli inconvenienti, qui elencati dei consigli in caso non si volesse essere soggetti a truffe di energia e gas.
Quando ricevete proposte l’operatore deve sempre:

  • Specificare che è un agente di vendita e l’impresa di vendita per cui opera e i recapiti per ogni eventuale contatto con l’impresa: in particolare deve essere indicato l’indirizzo e il numero di telefono del venditore;
  • Prima di richiedere qualsiasi documento o dato della fornitura e, in particolare, le bollette, deve informare il cliente che il contatto ha lo scopo di proporre una nuova offerta commerciale;
  • Indicare la durata e la validità dell’offerta, le condizioni limitative della stessa e le modalità di adesione;
  • Fornire informazioni dettagliate sul contratto proposto, in particolare riguardo a il prezzo del servizio e alle sue possibili variazioni nel tempo;
  • Fornire informazioni sulla gestione dei reclami e sui diritti dei consumatori;
  • indicare i livelli specifici e generali di qualità commerciali relativi alle prestazioni ai quali il venditore deve attenersi e gli indennizzi automatici previsti in caso di mancato rispetto;
  • consegnare al cliente una Nota informativa e la Scheda di confrontabilità della spesa;
  • Specificare i tempi tecnici necessari per l’effettiva sostituzione del precedente venditore, compresi gli eventuali adempimenti a carico del cliente per ottenere l’allaccio e i relativi costi;
  • Se il cliente non è sul mercato libero, informarlo degli effetti del passaggio al mercato libero.

Desideri una consulenza gratuita per scegliere la migliore soluzione per la tua fornitura energetica?

Zero Costi, che ti aiuta a scegliere meglio, non esitare a contattarci per ricevere le offerte di Luce e Gas più convenienti sul mercato libero.

Lascia un commento

Cresta Help Chat
Invia su WhatsApp